VERSIONE SOLO TESTOVERSIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Agrario Statale "Giuseppe Garibaldi" Roma

MENU


ARCHIVIO ATTIVITÀ
{ indietro }

Romarock Romapop 2008/2009

[2008/2009]


COS'È "ROMAROCK ROMAPOP"

Il nostro Istituto, ed il Convitto in particolare, rientrano a pieno titolo nel Progetto "Romarock Romapop", che, finanziato con il Fondo Nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza - Legge 285/97, ha l'obiettivo di potenziare la creatività dei ragazzi attraverso l'espressione musicale.

Molti giovani si cimentano con la musica, come interpreti ed a volte come autori, soprattutto in gruppo, molti però, in particolare nelle periferie, si trovano di fronte a notevoli difficoltà di ordine logistico, economico e formativo.

Tale impegno artistico ha comunque una valenza educativa molto importante, con effetti positivi anche come fattore di prevenzione di comportamenti antisociali.

I gruppi di musicisti composti da giovanissimi spesso non trovano un'offerta di adeguata visibilità, Si ritiene quindi che molti ragazzi apprezzerebbero l'aumento quantitativo e qualitativo dell'offerta di orientamento, sostegno, formazione e occasioni di esibizioni.

Spesso, infatti, raggiunta una certa capacità tecnica ed artistica i ragazzi si trovano da soli di fronte a proposte di 'lancio' non sempre connotate da serietà e a disinteresse.

Da queste premesse nasce 'Romarock Romapop' che si rivolge a ragazzi e ragazze dai 13 ai 21 anni, che fanno musica o intendono farla.

Il direttore artistico del progetto è Mogol (Giulio Rapetti).


IL NOSTRO PROGETTO: PREMESSA

All’Istituto Tecnico Agrario Statale “G. Garibaldi” è annesso un Convitto tra i più qualificati d’Italia.

L’istituzione educativa è una scuola intesa come comunità dove si rafforzi il senso di appartenenza, dove tutti i giovanissimi, giovani e adulti, stiano bene, vivano la propria identità e riconoscano quella altrui; una scuola che favorisce sia l’apprendimento che la diffusione della pratica musicale, attraverso interventi finalizzati a promuovere il protagonismo dei giovani con occasioni di incontro, aggregazione, partecipazione e socializzazione; tutto inteso nella promozione e diffusione  dell’attività di apprendimento della pratica musicale.

In definitiva la scuola deve poter essere il punto di riferimento delle suddette aggregazioni, dove confrontarsi, dialogare e collaborare, offrendo risorse, spazi e strumenti per incontri e iniziative per il potenziamento delle attività di apprendimento pratico della musica con effetto di prevenire il disagio sociale  dei giovani attraverso la ricerca e lo sviluppo di un sano protagonismo giovanile quale importante fattore di prevenzione della dispersione scolastica e del bullismo.

La scuola  dal canto suo intende vivere il territorio come luogo di incontri e conoscenza, terreno di solidarietà, area di sperimentazione della parte creativa attraverso l’esperienza  didattica di laboratori musicali.


OBIETTIVI

L’obiettivo del laboratorio musicale inoltre è quello di rappresentare una grande occasione di socializzazione e un importante strumento per consolidare la presenza della scuola sul territorio.

Pertanto l’attività musicale ha lo scopo di sensibilizzare i giovani ad un nuovo modo di esprimersi per educarli al linguaggio e al gusto musicale, nel chiaro intento di far nascere, all’interno dell’istituzione scolastica, la formazione di gruppi musicali.


FINALITÀ

Il progetto è finalizzato al coinvolgimento dei giovani in una esperienza che permetta loro di sviluppare la propria creatività attraverso l’espressione musicale.

Inserita nel contesto del processo educativo e formativo dei giovani, questa esperienza consente uno sviluppo armonico della personalità attraverso l’apprendimento e il potenziamento della pratica musicale.


METODOLOGIA E PIANO DI ATTIVITÀ

Organizzazione di corsi di musica concernenti lo studio dei principali strumenti utilizzati nella musica moderna.

Organizzazione di corsi teorici di alfabetizzazione musicale per principianti e di approfondimento musicale per i livelli avanzati.
Attivazione di corsi di musica d’insieme.

Organizzazione di eventi in seno al nostro istituto durante il quale prevedere l’esibizione delle realtà musicali operanti in seno al progetto e di gruppi musicali presenti nel territorio circostante.


RELAZIONE CON IL CONTESTO SOCIO-AMBIENTALE

POPOLAZIONE SCOLASTICA DELL’ I.T.A.S. “G. GARIBALDI” DI ROMA

L’I.T.A.S. “ G. GARIBALDI” di Roma da spazio alle relazioni con il territorio che deve guardare alla scuola come un bene comune, come ad un luogo aperto alle sollecitazioni esterne, disponibile a offrire spazi, attrezzature e competenza.

L’istituto nello svolgere la propria funzione di raccordo Scuola-Convitto, intende proseguire nel lavoro intrapreso  con la partecipazione al progetto ROMAROCK ROMAPOP negli anni scolastici 2005/2006 e  2006/2007, caratterizzandosi come centro di formazione permanente per l’apprendimento pratico della musica.

La Scuola – Convitto crea le condizioni per tenere la scuola aperta anche di pomeriggio al fine di garantire ai giovani e alle loro famiglie spazi di incontro e di cooperazione.

L’ I.T.A.S. “G. Garibaldi” di Roma raccoglie una utenza di Roma e provincia il cui contesto socio culturale evidenzia disomogeneità sociale e varietà di livelli culturali con una forte presenza di alunni stranieri che affrontano lo studio partendo da situazioni notevolmente svantaggiate.

Nella scuola-convitto si ritrovano dunque a convivere ragazzi che ricevono un sapere differenziato, che coltivano interessi diversi, manifestano attitudini diverse e altrettanto diverse capacità e competenze. Nel territorio, tra l’altro, sono carenti agenzie di informazione e punti di aggregazione giovanile.

Per questo l’I.T.A.S. “G. Garibaldi” rappresenta l’unico centro e punto di forza del territorio per il coinvolgimento delle famiglie e degli studenti.

top


"UNA CANZONE PER LA SICUREZZA STRADALE": ULTIMO ATTO

Il 19 marzo 2009, l'assessore alle Politiche della Mobilità e Trasporti della Provincia di Roma, Amalia Colaceci, ha premiato a Palazzo Valentini le prime cinque scuole classificate tra i 18 istituti superiori di Roma e provincia che hanno partecipato al concorso "Una canzone per la sicurezza stradale".

Presente alla premiazione anche l'autore Mogol, direttore artistico della commissione che ha valutato le canzoni in concorso.

I ragazzi della nostra "band" ("THE DOGGEST") si sono classificati al quinto posto del concorso conquistando il diritto di partecipare ad uno stage formativo di tre giorni presso il Centro Europeo Toscolano diretto da Mogol (Giulio Rapetti).


19 MARZO 2009: FOTORASSEGNA DELLA PREMIAZIONE

rassegna fotografica

 

Settore/referenti: Convitto / Marco Biaggioli, Raffaele Papapietro, Achille Nobili, Salvatore Massara, Giovanni Battista Zumpano
Collaborazione di Paolo Buldini e Raffaele Corte

torna al menu archivio • in alto